L’andamento dei giochi d’azzardo e dei casino online

Il Lotto, gioco compreso nel portafoglio dei Monopoli di Stato, è l’unico a crescere grazie alla sua modalità istantanea del 10eLotto che porta una raccolta quest’anno di circa 6,3 miliardi con un aumento del 2% rispetto al 2012. Il gioco online rimane stabile, poker e casinò in testa, raccoglie circa 550 milioni di euro. Le slot machine, tanto amate ed odiate e nonostante siano ancora oggi considerate come “il peggior pericolo per i giocatori”, raccolgono poco più di 25 miliardi di euro, con un calo di oltre il 18% rispetto sempre al 2012. Le videolottery sono stazionarie e stabili con circa 21,5 miliardi euro con una crescita minima rispetto al 2012 nonostante ne sia stata seguita una distribuzione maggiore sul territorio nazionale e quindi avrebbe dovuto “rendere” molto di più.
Le lotterie tradizionali non hanno un buon esito (-1,2%) ed anche quelle istantanee che hanno raccolto quest’anno solo 9,6 miliardi, così pure le scommesse sportive (-5,5%). Il gioco del bingo è in forte calo, con circa il 15,5% in meno e le scommesse ippiche che continuano nel declino loro e del settore al completo visto che nessuno vuole prendere posizione e sopratutto cercare di rigenerarlo. Il crollo maggiore, in cui nessuno crede, si è concretizzato con il Superenalotto e connessi, con una raccolta quest’anno di solo 1,4 miliardi: il 22% in meno dell’anno scorso.
Dobbiamo sempre e comunque, quindi, occuparci del “problema” del gioco? Non abbiamo argomenti più importanti in cui riversare il nostro impegno e la nostra “accorata” applicazione?